Cassius
Community

Augustus me ipsum ludere quae vellem calamo permisit …

Latino ad hoc 2

Pagina numero: 140

Esercizio numero: 10

1. Augusto ha lascito che io stesso intonassi con il flauto campestre quel che volevo.

2. Dunque preferite essere catturati da un nemico estremamente avido e crudele?

3. Grazie alla vostra virtù e grazie al volere degli dei, siete importanti e ricchi.

4. Spesso vogliamo una cosa e ne ricerchiamo un’altra.

5. Volere pigramente è tipico di coloro che non vogliono: chi rimanda a lungo non vuole (davvero).

6. I più fluttuano infelici tra il timore della morte e i tormenti della vita, e non vogliono vivere, e non sanno morire.

7. Non solo l’esercito non volle vincere, ma volle essere vinto.

8. I soldati della nona legione eccitati dal desiderio di combattere, mentre vogliono riparare al danno ricevuto, inseguendo sconsideratamente quelli che fuggono più lontano, avanzano in un luogo sfavorevole e arrivano sotto il monte sul quale era situata la città di Ilerda.

9. Se vuoi essere amato, ama.

10. Ma è abitudine degli uomini non volere che uno stesso uomo brilli in più ambiti.

11. I poeti vogliono o giovare o divertire.

12. Quanto al resto, preferisco che tu rifletta tra te e te invece di conoscere le nostre idee.

13. La gioiosa cittadinanza volle indire la più solenne delle festività, lo spettacolo dei giochi Nemei.

Pag. 140 n. 10

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Latino ad hoc 2