Cassius
Community

Versione | pag. 322 n. 58 → Solone e Pisistrato

Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla

Pagina numero: 322

Versione numero: 58

Solone e Pisistrato

Gli Ateniesi, dopo contese aspre e durature, tormentati dalle discordie interne, consegnarono il potere a Solone, il quale amministrò lo Stato con grande assennatezza, e dette alla cittadinanza nuove leggi, per mezzo delle quali ricompose i contrasti dei cittadini, e restituì la concordia ad Atene. Dopo di ciò, lasciò Atene, attraversò l’Asia e l’Egitto, abitò per molti anni nell’isola di Creta, e alla fine ritornò in patria. Nel frattempo, ad Atene, Pisistrato, uomo aristocratico ed esperto di arte militare, aspirava alla tirannide. Allora Solone, ormai vecchio, ma dall’intelligenza acuta, avvertiva continuamente i suoi concittadini dei fraudolenti piani di Pisistrato, e a loro diceva: O Ateniesi, se avrete prestato fiducia alle parole di Pisistrato, perderete la vostra libertà; egli, infatti, vuole diventare tiranno di Atene. Gli Ateniesi trascurarono l’avvertimento di Solone; così Pisistrato, con pochi soldati, occupò con l’inganno la rocca della città, e divenne tiranno degli Ateniesi. Egli, tuttavia, governò la città in maniera moderata, e dopo la sua morte il potere passò ai figli Ippia ed Ipparco.

Pag. 322 n. 58

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione del sito in qualsiasi maniera acconsenti all’impiego di tali cookie. Se desideri saperne di più, clicca su: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi