Cassius
Community

Versione | pag. 93 n. 8 → L’asino, il mulo e i briganti

Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla

Pagina numero: 93

Versione numero: 8

L’asino, il mulo e i briganti

Un asino e un mulo, appesantiti dai carichi, avanzavano insieme in una strada impervia; uno portava delle ceste con denaro, l’altro, molti sacchi pieni di orzo. L’asino con il collo agitava un sonaglio e avanzava svelto e spavaldo, il mulo al contrario procedeva stanco e mite. All’improvviso dei briganti piombano sulla le bestie, con un pugnale feriscono l’asino, afferrano le ceste con il denaro e tralasciano il mulo e i sacchi pieni di orzo. Derubato del prezioso carico, lo spavaldo asino piangeva, allora il mite mulo disse: “Io certamente mi rallegro: infatti vengo disprezzato, ma ho ancora i miei sacchi e non sono stato ferito”. La storiella insegna questo: una grande ricchezza spesso suscita l’avidità altrui e sono causa di molte preoccupazioni.

Versione tratta da: Hecatomytium
Pag. 93 n. 8

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla