Cassius
Community

Asellus et bos in agro una iugum trahebant. Sed bos, aetate iam provecta infirmus lente incedebat …

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 149

Versione numero: 10

Il bue e l’asinello

Un asinello e un bue in un campo tiravano insieme un giogo. Ma il bue, debole a causa dell’età ormai avanzata, avanzava lentamente e portava il giogo a stento. Perciò supplicava l’asinello: O amico, te ne prego, sostieni un po’ il mio peso, finché non riprendo fiato. Ma le parole dello sventurato collega non commuovevano l’asino: negava il sollievo al bue. Così il bue, spossato dalla fatica, cade a terra e subito dopo spira. Allora il villico gravava l’asinello del grosso corpo del bue e lo conduceva verso la stalla. Ma l’asinello era schiacciato dal grosso peso e avanzava a stento e con molte frustate del villico; alla fine cade ed emette l’ultimo respiro. Gli avvoltoi, volavano insieme sulla preda, ed esclamavano: O asinello malvagio, sconti la giusta punizione della tua crudeltà.

Versione tratta da: Fedro

Pag. 149 n. 10

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - Seconda Edizione