Cassius
Community

ALIAS - pag. 289 n. 157 → La volpe e l’aquila

ALIAS

Pagina numero: 289

Versione numero: 157

La volpe e l’aquila

Un giorno, un’aquila portò via dei cuccioli di volpe, e li posò nel nido, per i propri piccoli, affinché essi mangiassero del cibo. La volpe, dopo essere arrivata al nido dell’aquila, cominciò a pregarla. Infatti la volpe si era recata in quel luogo affinché l’aquila spietata non arrecasse a lei sventurata un lutto tanto grande. L’aquila disdegnò la volpe, perché, in quel luogo in particolare, si sentiva al sicuro. Ma la volpe sottrasse una fiaccola ardente da un altare, circondò tutto l’albero con le fiamme, perché desiderava uccidere nel medesimo tempo i cuccioli di volpe, e i piccoli d’uccello. L’aquila, allo scopo di strappare i suoi al pericolo della morte, restituì supplichevole i figli illesi alla volpe.

Versione tratta da: Fedro

Pag. 289 n. 157

→ Aquila quondam vulpinos catulos sustulit et in nido posuit suis pullis ut …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
ALIAS