Cassius
Community

Aquila in sublimi quercu nidum fecerat. Cato censor nimia severitate magistratum …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 174

Esercizio numero: 5 a

1. L’aquila aveva fatto il nido su un’altissima quercia.

2. Catone il censore esercitò la carica con eccessiva severità.

3. Romolo aveva suddiviso il popolo in curie e tribù.

4. Cesare dispone le guarnigioni dal lago Lemanno al monte Iura.

5. La conformazione del luogo e la fortificazione dell’accampamento impediva l’accesso.

6. Il senato, con il consenso del popolo Romano, dichiarò guerra a Giugurta, re dei Numidi.

7. Il pastore aveva spezzato con un bastone il corno della capra.

8. I nostri soldati, provvisti di grande valore, sosterranno l’assalto dei nemici: la vittoria è nelle nostre mani.

9. I poeti evitano il chiasso e lo strepito delle città, poiché amano lo studio e l’isolamento.

10. Le navi, respinte dalla tempesta, non riuscirono a mantenere la rotta.

11. La marea aveva allagato tutti i campi intorno al fiume.

12. Il pianto dell’erede, sotto la maschera, è una risata.

13. Dopo che la nostra cavalleria giunse a vedersi, i nemici volsero le spalle e un gran numero di loro fu ucciso.

14. Al primo arrivo del nostro esercito i nemici si ritirarono verso l’accampamento, per non incappare in un grande pericolo.

15. I nemici, sia per paura dell’arrivo del console, sia per la mancanza di vettovaglie, durante la notte tolsero le tende e fuggirono.

Pag. 174 n. 5 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1