Cassius
Community

Esercizio | pag. 449 n. 26 a →

Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla

Pagina numero: 449

Esercizio numero: 26 a

1. Il re Dario, sul campo di battaglia a Maratona, contro gli Ateniesi schierò truppe così grandi che la pianura le poteva contenere a stento.
2. Prometeo fu tanto temerario che sottrasse il fuoco agli dèi, per donarlo agli esseri umani.
3. Siamo incalzati da problemi così numerosi e grandi, che non possiamo sperare alcun sollievo.
4. Lo Stato si trovava in un pericolo tanto grande, che fu necessario nominare un dittatore.
5. Il poeta Orfeo recitava così dolcemente, da incantare (ossia: “che incantava”) anche gli animali e gli alberi.
6. Nessuno è tanto ignorante da non sapere ciò.
7. Il filosofo Diogene era tale che disprezzava tutti i piaceri.
8. Cesare era tanto misericordioso che si avvalse della misericordia non soltanto nei confronti degli amici, ma specialmente nei confronti dei nemici.
9. Molti uomini sono a tal punto arroganti da non vedere i propri difetti.
10. Egli, dopo che mi ebbe abbracciato, si commesse al punto che non riusciva a parlare.
11. La violenza dell’acqua e del vento era tale, che il ponte sul fiume si ruppe nel mezzo.
12. Nessun uomo è privo di qualità al punto da non lasciare neppure un solo buon esempio.

Pag. 449 n. 26 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Lingua e Cultura Latina 1 Edizione Gialla