Cassius
Community

Versione | pag. 125 n. 2 → Il disastro di Carre

Verba Manent 1

Pagina numero: 125

Versione numero: 2

Il disastro di Carre

Presso gli antichi Greci e Romani gli dèi usualmente annunciano le cose future per mezzo di prodigi: per questo è considerato oltremodo pericoloso trascurare i prodigi funesti. Il triumviro Marco Crasso, quando si dirige in Asia contro i bellicosi Parti, deve attraversare i grandi fiumi della Mesopotamia, ma trascura molti prodigi degli dèi, e perde la vita. Infatti, in un fiume, una selvaggia tempesta strappa dalla mano del vessillifero l’insegna della legione e la affonda nelle onde; dense nubi offuscano gli occhi, e tenebre oscure impediscono di attraversare il fiume; Crasso non crede al prodigio, ed attraversa il fiume. Quando, nelle battaglia presso Carre, i Parti bellicosi sconfiggono le truppe Romane in un aspro combattimento, il triumviro Crasso viene ucciso.

Pag. 125 n. 2

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 1

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi