Cassius
Community

Versione | pag. 283 n. 25 → Annibale inganna i Cretesi

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 283

Versione numero: 25

Annibale inganna i Cretesi

Messo in fuga Antioco, Annibale giunse a Creta, presso i Gortini. Tuttavia, l’uomo astuto percepì il grande pericolo che incombeva su di sé a causa dell’avidità dei Cretesi. Egli, infatti, portava con sé molto denaro, cosa che era nota a tutti. E così prende tale decisione. Riempie con del piombo parecchie anfore, e ne ricopre le sommità con oro e argento. Mentre i capi sono presenti, pone queste (anfore) nel tempio di Diana, come se affidasse i suoi averi alla loro protezione. Dopo che costoro sono stati indotti nell’errore, egli riempie con tutto il proprio denaro le statue di bronzo che portava con sé, e le lascia nella veranda della casa. I Gortini proteggono il tempio con grande attenzione, non tanto da tutti gli altri, quanto da Annibale, e trascurano le statue di bronzo, poiché le considerano vuote. Così, mantenuti i suoi averi, il Cartaginese, ingannati tutti i Cretesi, giunge nel Ponto presso il re Prusia.

Versione tratta da: Cornelio Nepote
Pag. 283 n. 25

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1