Cassius
Community

Esercizio | pag. 312 n. 3 →

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 312

Esercizio numero: 3

1. Ancilla dicit se domi non fuisse. L’ancella dice che lei non era a casa.
2. Tradunt Aetolos appropinquavisse. Si narra che gli Etoli si avvicinarono.
3. Tu speras nos cras ad te venturos esse. Tu spera che noi domani verremo da te.
4. Constat Caelium oratorem fuisse iracundum. Risulta che Celio era un oratore irascibile.
5. Dux sperabat milites strenue pugnaturos esse. Il comandante sperava che i soldati avrebbero combattuto valorosamente.
6. Spero me Athenis futurum esse mense Septembri. Spero che nel mese di Settembre sarò ad Atene.
7. Veientani dicebant se Romam oppugnaturos esse. I Veienti dicevano che avrebbero attaccato Roma.
8. Fuit fama Themistoclem venenum sua sponte sumpsisse. Si disse che Temistocle avesse preso il veleno di sua spontanea volontà.
9. Omnes iurant Carthaginienses eum locum expugnaturos esse. Tutti giurano che i Cartaginesi prenderanno d’assalto quel luogo.
10. Satis constat, coniecto in carcere Manlio, magnam plebis partem vestem mutavisse. È una cosa abbastanza nota che, dopo che Manlio fu messo in carcere, gran parte della plebe mutò abito.

Pag. 312 n. 3

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - Seconda Edizione