Cassius
Community

Amicitiam di immortales hominibus dederunt. Divitias alii praeponunt, alii bonam valetudinem …

Monitor - Lezioni 1

Pagina numero: 331

Versione numero: 152

Il valore dell’amicizia

Gli dèi immortali diedero agli uomini l’amicizia. Alcuni antepongono la ricchezza, altri la buona salute, altri le cariche pubbliche, ma tutte queste cose sono effimere e precarie, e sono riposte non tanto nei nostri priani, quanto nell’imprevedibilità della Sorte (ossia: “e non dipendono tanto dai nostri piani …”). Coloro che, al contrario, pongono nella virtù il bene più prezioso, ragionano senza dubbio rettamente, ma questa stessa virtù fa nascere e conserva l’amicizia: infatti non c’è nessuna amicizia, senza la virtù. Avere un amico è delizioso: nelle circostanze favorevoli l’amico gioirà insieme a te, nelle avversità soffrirà insieme a te.

Versione tratta da: Cicerone

Pag. 331 n. 152

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Monitor - Lezioni 1