Cassius
Community

Agricolae prata et campi Tusculi apud Romam …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 61

Versione numero: 19

Un pastore inetto

Un agricoltore ha prati e campi a Tuscolo, nelle vicinanze di Roma. Nei prati fioriscono anche rose e viole e presso il fiume ci sono le piante. Il contadino pastore porta gli agnelli nei prati, ma pascola gli agnelli con scarsa attenzione: infatti riposa all’ombra di un faggio, suona il flauto o lancia sassolini nel fiume. Improvvisamente sopraggiungono i lupi, entrano nei prati e divorano gli agnelli. Allora il pastore corre verso il padrone e grida: “Oh padrone, i lupi, nei prati, divorano gli agnelli!”. Risponde il contadino: “Buono a nulla! Certamente tu dormivi e non facevi la guardia agli agnelli. Il pastore zelante vede i lupi e li mette in fuga con il bastone”. Allora il contadino corre nel campo, mette in fuga i lupi e manda via il pastore pigro ed inetto.

Pag. 61 n. 19

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1