Cassius
Community

Esercizio | pag. 202 n. 14 →

Mirum Iter 1

Pagina numero: 202

Esercizio numero: 14

1. I volti dei malati sono pallidi e smagriti.

2. Le madri tremanti strinsero i figli ai petti.

3. Tebe fu capitale della Grecia intera.

4. Le legioni Romane furono sconfitte in molte battaglie, la prima volta presso i fiumi Trebia e Ticino, poi presso il Trasimeno e infine presso Canne.

5. I nostri cavalieri oltrepassarono il fiume insieme ai frombolieri e agli arcieri, ed ingaggiarono il combattimento contro i cavalieri dei Galli.

6. Alessandro distribuì i soldati in un’unica coorte e diede loro come comandante Leonida.

7. Tiberio offrì uno spettacolo gladiatorio in memoria del padre, ed un secondo in memoria del nonno Druso, in luoghi differenti, il primo nel Foro, il secondo nell’anfiteatro.

8. Uccise Alessandro il sonno senza tranquillità dell’animo ed anche l’affaticamento del corpo.

9. Numeriano, un giovane dal carattere eccellente, a causa di un male degli occhi, veniva trasportato in una piccola lettiga.

10. L’imperatore Carino uccise numerosi uomini innocenti per crimini inventati, rovinò nobili matrimoni, fu dannoso anche per i compagni di studi; e perciò era odioso agli uomini e alle donne.

11. L’imperatore Costantino scatenò una guerra ai fini della vendetta dell’uccisione del fratello.

12. Lo Spartano Pausania (fu) un grande uomo, ma contraddittorio sotto ogni aspetto della vita: infatti così come brillò per le virtù, allo stesso modo fu oscurato dai vizi.

Pag. 202 n. 14

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 1