Cassius
Community

Aduatuci, de quibus supra diximus, domum reverterunt. Saepe fortuna homines quos perdere vult …

Il Nuovo Expedite 2

Pagina numero: 29

Esercizio numero: 4 a

1. Gli abitanti di Aduatuca, dei quali abbiamo parlato più in alto, tornarono a casa.

2. Spesso la sorte acceca gli uomini che vuole rovinare.

3. Il santuario di Proserpina, che tutti i Siculi ritenevano inviolabile, fu depredato da Verre.

4. I cammelli sono animali ai quali, affinchè vivano, è sufficiente una piccola quantità d’acqua e di cibo, e l’utilità dei quali è particolarmente grande per gli abitanti della Libia.

5. In questa isola c’è una fonte di acqua dolce che ha nome Aretusa.

6. Scipione, la cui gloria fu immensa, non riuscì ad evitare l’ostilità dei suoi concittadini.

7. I Belgi sono i più vicini ai Germani, che vivono oltre il Reno, e con i quali fanno continuamente guerra.

8. C’era lì una guarnigione degli avversari, alla quale stava a capo C. Considio.

9. Scrissi una lettera a Bruto, con la quale gli annunciavo della mia venuta.

10. I nostri antenati chiamarono i servitori “familiari”: questa cosa ancora sopravvive nella commedia.

11. L’amicizia, della quale nulla c’è di più dolce, è il conforto della vita.

12. Quella che si chiama uguaglianza è la cosa più ingiusta, poiché lo stesso onore viene attribuito ai buoni e ai cattivi, cosa che in quelle città che vengono governate dai migliori non può accadere.

13. Cesare si diresse ad Alesia che era una città della Gallia estremamente fortificata.

14. Gli uomini antichi al fine di proteggere meglio sé stessi e le loro cose, edificarono dimore congiunte (tra loro) che noi chiamiamo “città”.

Pag. 29 n. 4 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Expedite 2