Cassius
Community

Adrasto, Argorum regi, responsum ab Apolline fuit eum filias suas Argiam et Deipylam apro et leoni daturum in coniugium …

Il Tantucci Plus 1

Pagina numero: 418

Versione numero: 7

Una curiosa profezia matrimoniale

Adrasto, il re di Argo, ebbe da Apollo la profezia che egli avrebbe dato in matrimonio le sue figlie, Argia e Deipile, ad un cinghiale e ad un leone. Nel medesimo periodo, avvenne che presso Adrasto si recarono insieme Polinice, il figlio di Edipo, esiliato dal fratello Eteocle, e Tideo, dopo che era stato mandato via dal padre, perché, in occasione di una battuta di caccia, aveva ucciso il fratello Menalippo . Dopo che le guardie del corpo ebbero riferito ad Adrasto che erano arrivati due giovani dall’abito mai visto – uno, infatti, coperto con una pelle di cinghiale, il secondo, (coperto con una pelle) di leone – Adrasto, memore delle sue predestinazioni, ordinò (presente storico) che quelli fossero condotti presso di sé e li interrogò in merito a quel singolare abbigliamento, con il quale erano arrivati nel suo regno. Dopo che Polinice ebbe spiegato che era venuto da Tebe e che per questa ragione si era coperto con una pelle di leone, allo scopo di portare con sé i segni distintivi della propria popolazione, poiché Ercole traeva origine da Tebe, Tideo disse che egli era il figlio di Eeno, e che traeva origine dalla città di Calidone: si era coperto con una pelle di cinghiale per rappresentare il cinghiale Calidonio, la spaventosa ceratura prodigiosa che Meleagro uccise insieme ad Atlanta nell’antichità. Il re, per realizzare la profezia, a Polinice dà Argia, e a Tideo dà Deipile, dalla quale nacque Diomede, che combatté presso Troia.

Versione tratta da: Igino

Pag. 418 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 1