Cassius
Community

Esercizio | pag. 231 n. 17 →

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 231

Esercizio numero: 17

Un lupo e un agnello, spinti dalla sete, si erano recati al medesimo ruscello; il lupo stava più in alto e di gran lunga più in basso, l’agnello. Allora il farabutto, spinto dalla gola insaziabile, addusse un motivo di litigio. Perché – disse – hai reso torbida l’acqua a me, che stavo bevendo? E il lanuto (→ l’agnello), timoroso: In che modo, di grazia, posso fare ciò che tu lamenti, o lupo? L’acqua scorre ai miei sorsi (proveniente) da te! Quello, respinto dalle forze della verità: Sei mesi fa (lett.: “Prima di questi sei mesi”) – disse – hai parlato male di me. L’agnello rispose: Ma veramente io non ero (ancora) nato! Per Ercole! Tuo padre – disse quello (→ il lupo) – ha parlato male di me! E così, afferratolo, lo strazia con una morte ingiusta. Questa favola è stata scritta per quegli uomini che tormentano gli innocenti con falsi pretesti.

Pag. 231 n. 17

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 2

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi