Cassius
Community

Esercizio | pag. 378 n. 1 →

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 378

Esercizio numero: 1

1. A queste cose Cesare risponde che, per lui, non può esistere nessuna amicizia con loro.
2. Tuttavia, tra tutte le occupazioni, non esiste niente di meglio dell’agricoltura, niente di più produttivo, niente di più dolce, niente di più degno per un uomo, niente (di più degno) per un libero cittadino.
3. Eppure, tuttavia, io forse ho avuto una condotta di vita non svantaggiosa ai fini della tranquillità della mia esistenza, ma anche molto più vantaggiosa per lo Stato che per me.
4. Persino quelli che erano rimasti erano sul punto di lasciare i campi, quando Metello inviò loro una lettera.
5. La Natura ha reso possibili molte maniere di morire (lett.: “ha aperto molte strade della morte”), e i destini arrivano per molti cammini, e questa è la sciaguratissima condizione del genere umano: il fatto che nasciamo in un solo modo, ma lasciamo la vita in molti modi.
6. Il console P. Cornelio era arrivato all’accampamento dei nemici con l’esercito in schieramento quadrato, intenzionato a non perdere tempo.
7. Gli Elvezi, in schieramento serratissimo, respinta la nostra cavalleria e formata la falange, si addossarono alla nostra prima linea.
8. Quelli avevano intenzione di venire ad attaccare Fabio.
9. Per Cesare (Caesari) la situazione era in condizioni molto difficili, poiché l’Elavere, prima dell’autunno, quasi non può essere superato a guado.
10. Nel giorno in cui Druso fu assolto, io mi accingevo a difendere Vatinio dopo mezzogiorno.

Pag. 378 n. 1

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 1