Cassius
Community

Esercizio | pag. 350 n. 1 →

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 350

Esercizio numero: 1

1. Il cervo, dopo aver bevuto, si fermò presso la fonte.
2. Non pensare mai di essere stato ringraziato.
3. Alcibiade era di tale sagacia che non poteva essere ingannato.
4. Verre saccheggiò la Sicilia al punto che non la si può riportare all’antico stato in alcun modo.
5. Poniamo che fossimo stati insieme: certamente non sarebbe mancato il senno.
6. I Romani con il lavoro e la fatica di pochi giorni ripararono le fortificazioni in maniera tale che non c’era alcuno spazio per un’irruzione.
7. Nerone si espose con un disonore tanto grande, che addirittura danzava e cantava in teatro in abito di citaredo o di attore tragico.
8. Tutte le cose erano piene di confusione, paura, fuga a tal punto che alcuni, lasciati andare i cavalli, fuggivano, altri, per il terrore, abbandonavano anche le insegne.
9. Un cane, mentre portava della carne attraverso un fiume, nuotando vide nello specchio delle acque la propria immagine, e pensando che un’altra preda fosse portata da un secondo cane, volle prenderla.
10. Dopo che il re Pirro aveva dichiarato guerra al popolo Romano di propria iniziativa, e mentre c’era una lotta per l’egemonia con il re nobile e potente, da lui un disertore si recò nell’accampamento di Fabrizio.

Pag. 350 n. 1

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - Seconda Edizione