Cassius
Community

Ad cenam vulpes ciconiam invitavit et liquidam in patina posuit sorbitionem quam nullo …

Monitor - Lezioni 1

Pagina numero: 338

Versione numero: 158

La volpe e la cicogna

La volpe invitò la cicogna per la cena, e mise un brodo liquido in un piatto, che la cicogna non riuscì a mangiare in alcun modo, per via del collo lungo. Quando la cicogna rinvitò a cena la volpe, le servì una bottiglia piena di cibo tritato. In questa (bottiglia) la cicogna infilò il becco e si saziò, ma afflisse la commensale con la fame. La volpe, invano, leccò il collo della bottiglia e si lamentò: Perché mi invitasti? L’uccello rispose in questa maniera: È stato di esempio per te, di ciò che tu hai fatto a me, quando mi invitasti: chi arreca offese, riceve offese.

Versione tratta da: Fedro

Pag. 338 n. 158

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Monitor - Lezioni 1