Cassius
Community

Lectio Levis 1 - pag. 163 n. 29 → La volpicella e la cicogna

Lectio Levis 1

Pagina numero: 163

Versione numero: 29

La volpicella e la cicogna

Una volpicella malvagia invitava a cena una cicogna, poiché spesso le cicogne sono raggirate e soggette agli scherzi mentre talvolta, come la favola insegna, anche le cicogne sono furbe e puniscono gli imbroglioni. Quando la cena ha inizio, la volpicella serve un cibo liquido in un ampio piatto di marmo: la cicogna era affamata ed era attirata dalla bevanda gustosa, ma in nessun modo, quando succhiava con il lungo becco, sorbiva il cibo, poiché il liquido era troppo diffuso e non abbastanza profondo. Qualche giorno dopo, la cicogna invitava a sua volta la volpicella a pranzo: sminuzzava il cibo e lo raccoglieva in una bottiglia. Pertanto, mentre inseriva il becco, si saziava, la volpicella al contrario rosicchiava inutilmente la stretta apertura della bottiglia: non afferrava mai, infatti, nessun pezzettino di cibo. Ascoltiamo anche un’arguta sentenza da quel secondo pasto. Dopo che la pancia della cicogna è piena, dice alla volpicella: “Sconti le pene per il tuo cattivo esempio; ora vieni ingannata, perché in passato mi hai ingannata”.

Pag. 163 n. 29

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Lectio Levis 1