Cassius
Community

Repetita 1 - pag. 175 n. 20 → Le violenze connesse con i tentativi di ridistribuzione delle terre

Repetita 1

Pagina numero: 175

Versione numero: 20

Le violenze connesse con i tentativi di ridistribuzione delle terre

E a causa di questo genere di ingiustizia, gli Spartani cacciarono l’eforo Lisandro e, fatto che presso di loro non era mai accaduto prima, uccisero il re Age, e da quel momento ci furono molte discordie, sorsero i tiranni e venivano cacciati gli aristocratici. E, in realtà, non soltanto cadde la stessa (città), ma sconvolse anche la rimanente Grecia con il contagio dei mali che, partiti dagli Spartani, si propagarono in uno spazio più ampio. E che? Forse che le contese agrarie non mandarono in rovina i nostri Gracchi, figli del grand’uomo Ti. Gracco, nipoti dell’Africano? Ebbene, davvero a buon diritto è lodato Arato di Sicione, il quale, poiché la sua città era governata dai tiranni, partito da Argo, dopo l’ingresso clandestino a Sicione, prese la città, e dopo aver ucciso all’improvviso il tiranno Nicocle, richiamò seicento esuli, che erano stati gli uomini più ricchi della sua città, e con il suo intervento liberò lo Stato.

Versione tratta da: Cicerone

Pag. 175 n. 20

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Repetita 1